Diritto Contemporaneo

La sezione è dedicata alla raccolta delle  pronunce più rilevanti della Corte Costituzionale, della Corte di Cassazione e delle Corti di merito italiane, nella prospettiva di creare uno strumento organico e agevolmente accessibile alla formazione, allo studio della materia e all’esercizio della professione in materia del “diritto di prevenzione”.

L’utente interessato all’approfondimento di alcune di queste può scrivere all’indirizzo segreteria@osservatoriomisurediprevenzione.it.

CONFISCA DI PREVENZIONE – SOCIETÀ MAFIOSA – QUOTE SOCIALI DI TERZI

Corte di Cassazione, Sezione II penale, Sent. n. 9774 del 6 marzo 2015La confisca disposta ai sensi dell'art. 2 ter della legge 31 maggio 1965, n. 575 di una impresa costituita in forma societaria, della quale sia stato accertato il carattere mafioso per il fatto di avere stabilmente operato avvalendosi della forza di intimidazione di[...]

Leggi...
CONFISCA PREVENZIONE – IMPRESA MAFIOSA IN FORMA SOCIETARIA – DISPONIBILITÀ IN CAPO AL PROPOSTO

Corte di Cassazione, sezione seconda, sentenza del 11.02.2015

La confisca di una impresa costituita in forma societaria, della quale sia stato accertato il carattere mafioso per il fatto di avere stabilmente operato avvalendosi della forza di intimidazione di un’associazione mafiosa e in cointeressenza con essa, si estende[...]

Leggi...
PROCEDIMENTO PREVENZIONE – DIRITTO ALLA PROVA CONTRARIA E AL CONTRADDITTORIO

Cassazione penale sez. I, Sentenza del 06/07/2016, n.49180

La natura giurisdizionale del procedimento di prevenzione non consente immotivate limitazioni al diritto alla prova contraria ed al contraddittorio. Pieno diritto va riconosciuto anche in capo ai terzi familiari[...]

Leggi...
PROCEDIMENTO DI PREVENZIONE – PRINCIPIO DI UGUAGLIANZA E DIRITTO ALLA DIFESA – RICORSO PER CASSAZIONE – LIMITI – LEGITTIMITA’

Corte Costituzionale, ordinanza  106/2015, Pres. Criscuolo, del 15.04.2015

Non è fondata la questione di legittimità costituzionale del combinato disposto dell’art. 4, undicesimo comma, della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 e dell’art. 3-ter, secondo comma, della legge 31[...]

Leggi...
CONFISCA BENI AZIENDALI – REVOCAZIONE – CONDIZIONI

Corte di Cassazione, sezione V penale, Sent. n. 7435 del 17 febbraio 2014

Il provvedimento di confisca deliberato ai sensi della Legge n. 575 del 1965, articolo 2-ter, comma 3, sia suscettibile di revoca ex tunc, a norma della Legge 27 dicembre 1956, n. 1423, articolo 7, comma 2, allorché sia affetto da invalidità genetica[...]

Leggi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi